4 Benefici positivi degli sport individuali

Di solito, quando i genitori sportivi, gli allenatori e gli amministratori della lega parlano di “sport giovanili” si riferiscono a sport di squadra come baseball, calcio, calcio, basket, lacrosse e così via. Ovviamente uno dei maggiori vantaggi dell’essere coinvolti in uno sport di squadra è che un giovane atleta impara a far parte di una squadra. Alcuni genitori e allenatori sportivi potrebbero sostenere che il beneficio si perde se un bambino viene coinvolto in sport individuali (karate, tennis, golf, nuoto, ecc.). Ma se tuo figlio è più interessato a uno sport individuale che a uno di squadra, non disperare! Gli sport di squadra non sono per tutti e ci sono molte cose fantastiche che gli sport individuali possono insegnare ai giovani atleti!

1. Impara come essere autosufficiente.

Anche se avere una squadra dietro di te che ti aiuti a prenderti / sostenerti è fantastico, è anche importante imparare a stare in piedi da solo per due settimane. In uno sport individuale, il successo finale di un atleta giovanile dipende da loro e solo da loro. Se qualcosa va storto non possono scaricare la colpa su un compagno di squadra, ma d’altra parte quando vincono ottengono tutta la gloria. Gli sport individuali insegnano ai giovani giocatori che solo loro sono responsabili delle loro azioni.

2. Mettiti comodo per essere sotto i riflettori.

Durante una partita di tennis in singolo tutti gli occhi sono puntati sui due giocatori. Che ti piaccia o no, tutti ti stanno guardando ed è difficile nascondersi sullo sfondo quando sei l’unico là fuori! Non tutti nascono amando i riflettori, ma gli sport individuali possono insegnare ai giovani atleti come sentirsi a proprio agio essendo al centro dell’attenzione. Questa abilità è utile durante le presentazioni scolastiche e (in fondo alla strada) di lavoro!

3. La motivazione deve venire dall’interno.

Ovviamente gli atleti sportivi individuali hanno ancora un allenatore e genitori entusiasti, ma alla fine devono essere proprio gli atleti giovanili a spingersi per raggiungere il traguardo. Non c’è nessun compagno di squadra sul campo con te di cui puoi nutrirti di energia, che può farti eccitare e pompare per andare, tutto ciò che deve venire dall’interno. La motivazione intrinseca ha spesso dimostrato di essere più potente di una spinta esterna, e quando si tratta di sport individuali è tutta una questione di motivazione interna!

4. Va bene imparare al tuo ritmo.

Gli sport individuali consentono agli atleti di competere al proprio ritmo, eliminando parte della pressione per “recuperare”. Ad esempio, supponiamo che tuo figlio di 12 anni voglia iniziare a giocare a hockey. È probabile che la maggior parte degli altri dodicenni del campionato pattino da quando erano davvero piccoli. Il tuo atleta sarà dietro il livello di abilità dei suoi compagni di squadra, che a volte può essere una pillola difficile da ingoiare, soprattutto se vogliono impressionare i loro amici. Ma supponiamo che lo stesso dodicenne voglia iniziare a giocare a golf, gareggerà contro persone in base al livello di abilità, non necessariamente all’età. C’è molta meno pressione per esibirsi subito fuori dal cancello.

Qualunque sia lo sport che tuo figlio vuole praticare, che si tratti di uno sport di squadra o individuale, diciamo di dargli una possibilità! Ci sono molti grandi vantaggi in qualsiasi sport.

Leave a Comment

Your email address will not be published.