Calcio – Perdere il suo spirito sportivo?

C’è qualcosa nel calcio associativo che è molto interessante. Il gioco è giocato da oltre 250 milioni di giocatori in oltre 200 nazioni e ha il più alto pubblico televisivo nello sport. Cos’è che rende il calcio così popolare? Ha ancora il suo spirito sportivo?

Gioco sleale
Conosco il calcio in Inghilterra sia in televisione che dagli spalti.

Alcuni sostengono che il gioco sleale stia rovinando il gioco. Gli esperti parlano del cosiddetto “fallo tattico” come se fosse accettabile. Come se prendere un vantaggio ingiusto andasse bene. Eppure, barare non mina il fair play?

Si sente parlare di ‘fallo professionistico’ come quando si dice con approvazione ‘Ne ha preso uno per la squadra’ per un vantaggio ingiusto forse fermando un pericoloso attacco in porta. Il suo reato ha provocato un cartellino giallo dall’arbitro.

Allo stesso modo, “immergersi” può essere palese. Più difficile da arbitrare è il giocatore che va a terra inutilmente quando c’è un qualsiasi tipo di contatto fisico con il placcatore. Questo è più comune. Quando un giocatore è apparentemente infortunato solo per alzarsi un po’ più tardi e correre immediatamente a tutta velocità sul campo, i fan si indignano molto. Questo perché si verifica un infortunio simulato per causare un’interruzione del gioco e dare respiro ai compagni di squadra o incoraggiare l’arbitro a blandire un cartellino rosso espellendo il giocatore avversario dal campo.

Alcuni sostengono che a volte si sviluppi un atteggiamento di “vincere a tutti i costi” e questo sta uccidendo lo spirito del gioco, ad esempio mandando la palla in rete. Meglio godersi il calcio fine a se stesso piuttosto che credere che l’unica cosa che conta sia se vinciamo o perdiamo.

Essere un pessimo perdente danneggia lo spirito sportivo
È bello vedere giocatori e allenatori avversari stringersi la mano dopo una partita con entrambe le squadre che si congratulano con l’altra per i loro sforzi. Allo stesso modo, la folla applaude quando un giocatore calcia il pallone fuori dal gioco se un giocatore della parte avversaria è ferito in modo che possa ottenere aiuto.

Tuttavia, i cattivi perdenti escono con piccole lamentele su ogni genere di cose. Quando vincere a tutti i costi governa i nostri cuori, allora ci sentiremo davvero stufi dopo una sconfitta. Scontento con l’arbitro, le sostituzioni, la sfortuna.

Ma forse la squadra avversaria meritava di vincere in tutta onestà. Non hanno imbrogliato, ma hanno mostrato una buona abilità e impegno. Quante volte hai accettato ‘Sì, eravamo sconfitti, sconfitti, sconfitti e sconfitti: ha vinto la squadra migliore.’ Tutti sono attratti da coloro che sembrano onesti e giusti. Anche i bambini sanno cos’è l’equità e sono molto arrabbiati quando si verifica un imbroglio.

Abusi verbali nel calcio
Il calcio è solo un gioco. Ma essendo nascosti in mezzo alla folla, alcuni individui vogliono essere verbalmente offensivi. Esprimono apertamente ostilità nei confronti dei giocatori della squadra avversaria, degli ufficiali di gara o di persone di razza diversa dalla loro. Alcuni fan sono stati conosciuti anche per abusare dei propri giocatori che hanno commesso errori.

Anche nel gioco amatoriale, gli abusi diretti all’arbitro possono continuare da parte di alcuni giocatori, allenatori e tifosi. Alcuni genitori sono stati sentiti urlare e maledire gli arbitri di fronte ai propri figli. Purtroppo, la cultura del calcio ora ha il suo lato vizioso.

Perdita dello spirito sportivo comunitario
Far parte della folla di uno stadio può essere un’esperienza meravigliosa. Il solo fatto di essere lì, e parte del dramma e dello spirito del gioco con i suoi brividi e l’imprevedibilità è una parte enorme del divertimento. Vivere i 90 minuti con i suoi alti e bassi, le soddisfazioni e le delusioni.

Eppure, senza calcio in diretta sulla televisione terrestre inglese, le persone guardano gli highlights di Match of the Day e sembrano essere felici solo di vedere i gol, i cartellini rossi, i rigori e non molto altro. Anche guardare il calcio in diretta a pagamento per vedere la televisione manca dell’aspetto comunitario del calcio come sport. Invece di far parte della folla, lo spettatore televisivo sta guardando un posto rimosso.

Perdita di concorrenza nel calcio
Il calcio moderno della massima serie in Inghilterra è stato modificato dalla paga per vedere la televisione. Ha investito miliardi di sterline nella creazione di salari astronomici, trasferimenti e compensi degli agenti. E in una certa misura tutti questi soldi hanno portato al successo in campo e una manna commerciale. Perché altrimenti gli uomini d’affari dovrebbero investire principalmente nei migliori club della Premier League? Tanto che gli altri riescono a malapena a competere e gli stessi pochi grandi club sono lì o là in cima entro la fine della stagione.

Le disparità di reddito tra i vari campionati una volta erano ridotte, dando alle squadre di lega inferiore maggiori possibilità di vittoria in virtù dell’avere buoni veterani e giovani giocatori di talento con varie competizioni di coppa aperte a loro. Ora c’è un abisso assoluto tra la cima e gli altri livelli del gioco.

Quando il campo di gioco è così irregolare, purtroppo riduce l’imprevedibilità che è vitale per lo spirito dello sport. Le partite con uno dei club più ricchi possono a volte diventare un’esibizione con una conclusione scontata piuttosto che una competizione.

Orientamento al denaro nel calcio
La paga media in Premier League è di circa £ 200.000 al mese, £ 2,5 milioni all’anno. I fan cercano costantemente di valutare l’impegno dei giocatori rispetto al reddito, le commissioni pagate rispetto alle prestazioni. Alcuni commentatori suggeriscono di conseguenza che il calcio ora è solo conoscere il prezzo di tutto e il valore di niente. Se è vero che il calcio è diventato principalmente una questione di soldi, sembra che stia rovinando il gioco della massima serie.

Conclusione sullo spirito sportivo
Lo sport può essere profondamente soddisfacente da giocare e da guardare quando è presente lo spirito sportivo del gioco. Ciò significa essere onesti con noi stessi sulle prestazioni della nostra squadra, mostrare considerazione per tutti i soggetti coinvolti, celebrare la propria partecipazione in un divertimento condiviso e giocare in modo equo.

“Tutto ciò che è buono e vero, giusto e giusto, e anche onorevole, ha un potere forte e nascosto al suo interno di attirare le menti delle persone”. (Emanuel Swedenborg, filosofo spirituale)

Leave a Comment

Your email address will not be published.