Che fine ha fatto la subacquea come sport?

Mi occupo di immersioni subacquee dal 1993 e professionalmente dal 1995. In questi anni ho assistito a un cambiamento nel settore delle immersioni subacquee e in particolare nel concetto di “imparare a immergersi”. C’era una volta gli sport d’avventura che le persone praticavano erano lo sci, le immersioni subacquee o la vela. Erano spesso considerati sport estremi che richiedevano esperienza e allenamento che in alcuni casi sarebbero stati vigorosi. Con “Sea Hunt” in televisione e Jacques Cousteau che esplorava il blu profondo, molti baby boomer sono cresciuti con l’idea che respirare sott’acqua fosse un’avventura e molti giuravano di farlo prima di morire.

Con l’introduzione di altri sport estremi, dalla discesa in corda doppia al rafting, c’è stata un po’ di competizione per il dollaro dell’avventura. Presentare la prossima generazione Y o X con il bisogno di una gratificazione immediata e l’idea di completare un corso di 4 giorni per imparare ad immergersi solo per andare sott’acqua ha improvvisamente perso il suo fascino. Potresti ottenere più soldi per i tuoi soldi facendo un paracadutismo in tandem in un paio d’ore, anche se per lo stesso costo di un corso di immersioni subacquee. Ciò ha avuto un effetto sul numero di persone che imparano ad immergersi. Quando “JAWS” ha colpito il grande schermo, il più grande calo delle certificazioni di immersione. Da allora abbiamo avuto tsunami, riscaldamento globale, 9/11 e qualsiasi altro numero di incidenti che hanno ridotto la diffusione delle immersioni subacquee o il calo delle certificazioni in tutto il mondo.

Diamo un’occhiata a cosa è successo al corso PADI Learn to dive dove inizia tipicamente lo studente subacqueo.

Negli anni ’80, il corso impara a fare immersioni a Sydney, in Australia, costava circa 495 dollari australiani per 4 giorni + il costo dell’attrezzatura necessaria per iniziare. Il programma prevedeva di trascorrere una giornata in classe e talvolta notti aggiuntive, una giornata in piscina e 2 giorni nell’oceano per completare 4 immersioni.

Dopo un po’ i centri di immersione hanno iniziato a condensare il corso in un periodo più breve. Nel 1996, ho tenuto il primo corso di teoria di 3 giorni in programma: giovedì sera di teoria, sabato in piscina per le abilità, un po’ più di teoria il sabato pomeriggio seguito da 2 giorni di immersioni nell’oceano. Questo ha aiutato con le certificazioni? Ebbene sì, lo ha fatto, ma nel tentativo di aumentare il valore avremmo portato via i clienti in un viaggio di immersione per le ultime 2 immersioni seguite da 2 divertenti immersioni da una barca. Tuttavia, anche se il programma era ora più lungo di 4 giorni, ha dato maggiore valore al cliente agli occhi dell’operatore subacqueo. Ma le certificazioni durante i fine settimana sono comunque diminuite poiché le persone non volevano trascorrere due fine settimana facendo immersioni o trascorrere un fine settimana in un dormitorio. Nel 2001 l’opzione di completare il corso di immersioni subacquee a Sydney senza il fine settimana era standard.

Ora, se non offri qualcosa di diverso, come ti distingui dalla concorrenza? Bene pubblicità e prezzo. Quindi questo inizia il calo dei prezzi nei corsi Learn to Dive, che ha portato a corsi di immersione venduti a $ 199 e $ 149 o portare un amico e ottenerne 2 al prezzo di uno. Ciò ha portato i principali attori come Pro Dive a fornire più certificazioni ma non a fare soldi con il corso e a dover utilizzare la vendita di attrezzature e viaggi di immersione per mantenere i profitti. Seguì una spirale di guerra dei prezzi, che fece morire di fame i giocatori più piccoli. Di conseguenza, la capacità di fidelizzare i clienti è stata persa a causa dell’attenzione al corso Learn to dive.

Nel 2006, con l’introduzione del DVD PADI, l’insegnamento prescrittivo ha dato la possibilità di tenere un corso a prezzi competitivi con un programma adatto a più persone. Nasce il corso di 2 giorni Learn to Dive. Questo programma si è rivelato vincente sia per il cliente che per l’operatore subacqueo. Richiede più amministrazione e una politica di prenotazione più rigorosa, ma con i bug risolti questo programma ha migliorato le certificazioni dai corsi di apprendimento alle immersioni fino ai corsi di formazione continua. Ha un vantaggio competitivo per l’operatore subacqueo che soddisfa tutti i requisiti necessari.

L’anno scorso 2007 Pro Dive Drummoyne ha avuto un aumento significativo delle certificazioni ed è andato contro la tendenza dell’industria delle immersioni essendo uno dei pochi centri di immersione a Sydney a farlo. Ciò è stato reso possibile attraverso la messa a punto degli strumenti PADI e l’implementazione di un sistema che porta a un corso di certificazione sicuro, divertente e tempestivo. Come primo operatore subacqueo a offrire il programma, ora sono convinto che questa sia la via da seguire per competere con gli sport d’avventura e la natura mutevole del cliente in cui il tempo è denaro.

Leave a Comment

Your email address will not be published.