Come sfruttare le vecchie regole più leggere quando si allena il calcio giovanile

Apparentemente la vecchia regola più leggera ha molto senso, se un giocatore è molto piccolo e può avere difficoltà a giocare nella sua stessa fascia di età, lascia che sminuisca una fascia di età in modo che abbia la possibilità di giocare e competere. Nella mia mente, se hai un giocatore molto piccolo di 11 anni del primo anno che pesava 70 libbre, questa regola gli consentirebbe di giocare con bambini di 9 e 10 anni e darebbe al giocatore la possibilità di imparare il gioco e ottenere tempo di gioco significativo in un sforzo di costruire in lui un amore per il gioco. In questo caso particolare, la norma avrebbe raggiunto il suo obiettivo.

L’età è un fattore molto importante nel calcio giovanile. Il commissario della lega per la Heartland Youth Football League di Omaha ha condotto uno studio approfondito sull’età delle squadre della nostra lega nel 2001. Ha scoperto che c’erano correlazioni molto significative tra l’età media delle squadre e le vittorie e le sconfitte. Ha suddiviso lo studio fino al numero medio di mesi in cui l’età di ciascuna squadra era e invariabilmente la squadra più anziana di ogni classifica è arrivata tra le prime 3 in classifica e la squadra più giovane di ogni classifica è arrivata negli ultimi 3.

Nel mio primo anno di allenatore di calcio giovanile, ho allenato in una lega “draft” di età compresa tra 8 e 10 anni in cui agli allenatori viene fornita solo la data di nascita e il peso del giocatore per effettuare la selezione del draft. Non ci è stato dato il nome dei giocatori ecc., fondamentalmente un progetto alla cieca con l’eccezione dei dati sull’età e sul peso. Questa lega aveva una regola più antica ma più leggera. Quando è arrivato il nostro turno nel draft, abbiamo selezionato i giocatori più grandi disponibili, mentre la squadra accanto a noi, i “Delphins” ha scelto molti giocatori “più vecchi ma più leggeri” di 11 anni che erano piuttosto piccoli, oltre che da medi a bambini di 10 e 9 anni più piccoli. Il nostro elenco era pieno di 8 e 9 più grandi e alcuni 10. Come si è scoperto, i Dolphins erano i bulli perenni del campionato e avevano vinto un numero incredibile di titoli consecutivi. Sapevano cosa stavano facendo e quell’età era molto più importante delle dimensioni. Hanno continuato a vincere lo scudetto di nuovo quell’anno. Quella stagione, avevamo solo un giocatore più anziano ma più leggero e si è rivelato essere il nostro fuoriclasse, il nostro tailback e linebacker stellare.

In molti campionati di calcio giovanile c’è un limite di età, in molti campionati è il 1 agosto. Quindi, qualunque sia l’età del giocatore il 1° agosto è ciò che la lega usa per determinare l’età per quella stagione calcistica. Se un giocatore “Joey” compie 10 anni il 1 agosto e il 2 agosto compie 11 anni, secondo la lega il giocatore compie 10 anni per tutta la stagione. Quindi se la fascia di età è di 8-10 anni e un giocatore di 8 anni ha appena compiuto 8 anni il 31 luglio, questo bambino di 8 anni giocherà contro un giocatore “Joey”, cioè 4 anni più grande di lui. L’età è importante, ma lo è anche la data di nascita. Nel 2003 ho avuto una squadra “Illimitata” di età compresa tra 8 e 10 anni che aveva 4 giocatori che hanno compiuto 11 anni ad agosto. Inutile dire che per noi è stato un enorme vantaggio.

Ora immagina solo che se avessi un bambino di 11 anni più leggero che ha avuto una data di nascita il 3 agosto, ora hai un bambino di 12 anni che gioca a 8 anni. Sarebbe dannatamente pericoloso per alcuni bambini di 8 anni se quel giocatore di 12 anni avesse 4 anni di partite di calcio alle spalle.

Le mie squadre personali giocano in campionati illimitati con pesi “running back”. I bambini grandi sono tenuti a giocare tra i contrasti e non sono autorizzati a trasportare o prendere il pallone. Abbiamo sempre scoperto che non sono i grandi e pesanti guardalinee che dominano le partite e fanno grandi successi, è quel ragazzo di taglia media o anche più piccolo che ha velocità, aggressività e accelerazione attraverso il contatto. Mentre i grandi guardalinee possono sembrare un po’ imponenti a prima vista, una volta che il gioco è iniziato i giocatori più temuti sono i grandi battitori, che raramente, se non mai, sono i ragazzini. Quindi potrebbe essere quel giocatore aggressivo più piccolo, più anziano ma più leggero che potrebbe essere il terrore della tua lega, non quel grande guardalinee “Fat Freddie”.

Quello che spesso accade nei campionati di calcio giovanile che hanno regole “vecchie ma più leggere” è che la regola viene abusata. Invece di usare la regola come era concepita, per aiutare lo sviluppo di giocatori veramente più piccoli e più deboli, le squadre caricano le loro squadre con giocatori più piccoli perfettamente adattati ed esperti. Alcune squadre rendono anche questi giocatori già magri più leggeri PERDERE peso per assicurarsi che soddisfino le linee guida sul peso, se il giocatore è vicino al limite di peso.

Ho avuto allenatori di calcio giovanile che mi hanno inviato un’e-mail per dirmi che giocano squadre di 24 ragazzi di cui 17 sono più grandi ma più leggeri. Se esamini da vicino l’età di molte delle migliori squadre della Pop Warner che giocano in TV per i titoli nazionali, molto spesso trovi squadre piene di giocatori molto alti e magri, più anziani ma più leggeri.

Non sono sicuro di come risolvere l'”impilamento” dei ragazzi più grandi ma più leggeri nelle squadre per creare vantaggi competitivi. Mi piace molto l’idea che i giocatori del primo anno significativamente più piccoli sminuiscano una fascia di età per dare loro la possibilità di svilupparsi. Tuttavia, se i differenziali di peso non sono abbastanza grandi o se i giocatori già piccoli sono costretti a perdere peso per soddisfare i requisiti più vecchi ma più leggeri, non sono sicuro che stiamo rispettando l’intento della regola.

Nel nostro campionato di calcio giovanile di Omaha con date di chiusura del 1° agosto, abbiamo spesso avuto studenti di terza media con date di nascita di agosto o settembre che giocavano nella squadra di 11-12 anni. Il problema era che molti dei loro compagni di terza media giocavano nella squadra di età compresa tra 13 e 14 anni. Anche se ci avrebbe dato un vantaggio significativo mantenere il giocatore nella squadra più giovane, se i giocatori fossero stati abbastanza maturi li avremmo sfidati con i loro amici. Abbiamo sentito che fare ciò che era giusto per quel giocatore ha soppiantato il nostro bisogno di un vantaggio competitivo; Spero che altri facciano lo stesso quando si tratta di prendere decisioni più vecchie ma più leggere.

Quando ho allenato nei campionati di calcio giovanili che avevano regole più vecchie ma più leggere, se avessimo bambini vicini al limite di peso e loro avevano esperienza, li abbiamo semplicemente giocati e ha funzionato bene. Se avessimo un ragazzo alle prime armi che era più debole e vicino al limite, non lo abbiamo mai gestito in più o lo abbiamo fatto morire di fame. Abbiamo solo spiegato la situazione ai genitori e, se erano d’accordo, abbiamo chiesto loro di limitare l’assunzione di dolci, cibo spazzatura e bibite. Se il giocatore ha fatto il peso grande, se non ha fatto il peso non è un grosso problema, non abbiamo mai contato sul fatto che il giocatore facesse peso. Non abbiamo pesato il giocatore ogni giorno né abbiamo esercitato alcuna pressione sul giocatore per perdere peso. Non lo abbiamo portato in nessuna sauna, non lo abbiamo fatto morire di fame o cose del genere, come fanno alcuni.

Se sei in un campionato di “bozza”, pesa molto l’età e l’esperienza quando fai le tue selezioni. Tieni presente non solo l’età dei giocatori, ma anche la sua data di nascita, sarà a tuo vantaggio. Allenare bene il calcio giovanile non è solo chiamare buoni giochi di calcio e avere grandi schemi di calcio e pratiche calcistiche, spesso implica anche una selezione o una redazione intelligente dei giocatori. Assicurati di essere accurato e di utilizzare l’età a tuo vantaggio entro i limiti etici.

Se hai un giocatore più vecchio ma più leggero che è vicino al limite e stai pensando di fargli perdere peso, pensa attentamente a come apparirà tra 10-20 anni. Ne è valsa davvero la pena per il giocatore o per la squadra? Personalmente preferisco battere squadre con ragazzi più giovani e meno talentuosi, è più una sfida e molto più soddisfacente che farlo con una squadra di spaventapasseri “accatastati”.

Copyright 2007 Cisar Management Services, Ripubblicazione consentita se la casella delle risorse e i collegamenti sono mantenuti intatti.

Per più Consigli per allenare il calcio giovanile o per iscriverti alla newsletter gratuita di Dave fermati qui:

Giochi di calcio

Leave a Comment

Your email address will not be published.