Cultura della sicurezza – Nove bandiere di avvertimento – Fattori che sconfiggono i controlli

L’implementazione di una migliore cultura della sicurezza richiede una capacità quasi da Sherlock Holmes di utilizzare l’osservazione e la logica per identificare dove risiede il potenziale di perdita sottostante sul posto di lavoro. Proprio come Sherlock ha perquisito una scena del crimine, il professionista OHS deve essere sensibile e consapevole di indizi sottili che potrebbero non essere del tutto distinguibili nell’ambiente di lavoro. Mentre l’analisi dei rischi sul lavoro ci fornisce la struttura e la natura dei rischi e dei rischi sul lavoro individuali fornendo un modo per analizzare le interazioni dei requisiti del lavoro (fasi e attività, strumenti/attrezzature/materiali, ambiente di lavoro, politiche attuali, procedure, ecc. ., e le persone esposte al lavoro), i GAI non sono sufficienti per garantire che i controlli posti in essere rimangano efficaci. Miglioramento delle prestazioni umane Il manuale “Miglioramento delle prestazioni umane” del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti discute che l’80% degli eventi che producono perdite sono errori umani e il 20% sono dovuti a guasti alle apparecchiature. Tuttavia, un’ulteriore analisi dell’80% mostra che il 70% di questi errori umani è dovuto a debolezza organizzativa e il 30% a errore umano! Questo 70% rappresenta “carenze non rilevate nei processi organizzativi, nelle apparecchiature o nei valori che creano condizioni di lavoro che provocano errori o degradano l’integrità dei controlli”. Questi errori latenti sono incorporati nell’organizzazione.

Uno studio dell’Institute for Nuclear Power Operations (INPO) fa riferimento a nove punti deboli comuni che possono fungere da “segnali di allarme” che possono portare a gravi incidenti e degradare una cultura della sicurezza. L’INPO “ha concluso che queste condizioni latenti favoriscono il degrado e l’accumulo di controlli imperfetti ed eventi legati alle prestazioni umane”. Questi sono segnali di avvertimento di condizioni che possono vanificare i controlli. Nove flag di avvertimento che possono superare i controlli all’interno di una cultura della sicurezza Sebbene il manuale sia scritto per le operazioni di energia nucleare, usi le bandiere con solo una piccola interpretazione per valutare il tuo posto di lavoro. Cerca i segnali delle seguenti nove bandiere di avvertimento adattate dal manuale DOE:

  1. Eccesso di fiducia – I “numeri” sono buoni e il personale vive dei successi passati. Di conseguenza, il personale non riconosce problemi di basso livello e rimane ignaro dei pericoli.

  2. Isolazionismo – Ci sono poche interazioni con altre organizzazioni simili, gruppi professionali, gruppi di regolamentazione e di settore. Il benchmarking viene eseguito raramente o è limitato al “turismo industriale”, senza l’attuazione delle buone pratiche apprese. Di conseguenza, l’organizzazione è in ritardo rispetto al settore in molte aree di prestazione e potrebbe non esserne a conoscenza.

  3. Relazioni difensive e contraddittorie – La mentalità nei confronti delle agenzie di regolamentazione o dei gruppi professionali è difensiva o “fai il minimo”. All’interno dell’organizzazione, i dipendenti non sono coinvolti e non sono ascoltati e sollevare problemi non è valutato. Le relazioni contraddittorie ostacolano la comunicazione aperta.

  4. Operazioni informali e ingegneria debole – Mancano standard operativi, formalità e disciplina. Altri problemi, iniziative o progetti speciali oscurano il focus operativo dell’impianto. L’ingegneria è debole, di solito a causa di una perdita di talento, o manca di allineamento con le priorità operative. La base di progettazione non è una priorità e i margini di progettazione si erodono nel tempo.

  5. Priorità di produzione – Permangono importanti problemi alle apparecchiature e le riparazioni vengono posticipate mentre l’impianto rimane in linea o in produzione. La sicurezza è presupposta e non è esplicitamente enfatizzata nelle interazioni del personale e nelle comunicazioni del sito.

  6. Gestione inadeguata del cambiamento – I cambiamenti organizzativi, le riduzioni del personale, i programmi di pensionamento e il trasferimento vengono avviati prima che il loro impatto sia pienamente considerato. Il reclutamento o la formazione non vengono utilizzati per compensare i cambiamenti. I processi e le procedure non supportano prestazioni elevate a seguito di modifiche gestionali.

  7. Eventi operativi dell’impianto – La significatività dell’evento che produce perdite non è riconosciuta o sottovalutata e le reazioni agli eventi e alle condizioni non sicure non sono aggressive. Le cause organizzative degli eventi non vengono approfondite.

  8. Leader inefficaci – I manager sono difensivi, mancano di abilità di squadra o sono deboli nella comunicazione. I gestori non hanno una conoscenza integrata dell’impianto o esperienza operativa. I senior manager non sono coinvolti nelle operazioni e non esercitano la responsabilità o non seguono.

  9. Mancanza di autocritica – Le organizzazioni di sorveglianza non hanno una visione esterna imparziale o forniscono solo buone notizie. I processi di autovalutazione, come i programmi di osservazione gestionale, non riscontrano problemi o non li affrontano; o i risultati non vengono agiti in tempo per fare la differenza.”

Cultura della sicurezza e miglioramento dei processi Un’organizzazione è l’interazione delle sue convinzioni, valori, struttura, strumenti, attrezzature e materiali in uso, persone, l’ambiente sociale, fisico e sociale necessario per raggiungere i suoi obiettivi dichiarati – la ragione della sua esistenza. Avere una comprensione e una conoscenza approfondita di tutti gli aspetti dell’organizzazione, non solo delle regole di sicurezza e dei criteri di conformità, è essenziale affinché un processo ambientale, di sicurezza e salute abbia maggiori probabilità di raggiungere una cultura della sicurezza di successo a lungo termine.

Riferimenti

Manuale per il miglioramento delle prestazioni umane del Dipartimento dell’energia degli Stati Uniti, DOE-HDBK-1028-2009

Roughton, James, Nathan Crutchfield; Analisi dei rischi sul lavoro. Una guida alla conformità e oltre, Butterworth-Heinemann, 2008

Roughton, James; Sviluppare una cultura della sicurezza efficace: un approccio alla leadership, Butterworth-Heinemann, 2002.

Leave a Comment

Your email address will not be published.