Curiosità sullo sport – Veri eroi dello sport

La generazione di oggi guarda spesso agli atleti sia come modelli che, in alcuni casi, anche come eroi. Purtroppo, molti di loro non sono all’altezza delle aspettative del pubblico nei loro confronti. Il doping e l’inganno stanno diventando un luogo sempre più comune mentre gli atleti si sforzano di ottenere un successo sempre maggiore. Perse per strada nel mondo competitivo dello sport sembrano essere molte delle tradizioni e dei costumi che rendono un atleta davvero degno di nota. Non è solo il modo in cui un atleta si esibisce nello sport scelto, ma il modo in cui raggiunge i propri obiettivi che conta davvero. Fortunatamente, non tutti gli atleti rientrano in questa categoria. Ci sono ancora molti che meritano di essere riconosciuti e ammirati per i loro successi sia dentro che fuori dal mondo dello sport. Considera questi esempi di persone che rappresentano davvero quello che dovrebbe essere il mondo dello sport.

Lawrence Lemieux

Lawrence Lemieux era un velista olimpico che ha rinunciato alla sua possibilità di vincere una medaglia per salvare due compagni di corsa. Lawrence stava gareggiando nella gara di vela finlandese di classe A durante i Giochi Olimpici in Corea nel 1988. Nel corso della gara i venti si sono alzati in modo significativo. Quando Lawrence è passato vicino a un regatante vicino, ha notato due velisti della squadra di Singapore in acqua e in evidente pericolo. Lawrence, che era in grado di vincere una medaglia d’argento, girò la sua barca e andò in loro aiuto. Una volta che entrambi i marinai furono a bordo della sua barca, aspettò fino all’arrivo di una nave di soccorso coreana. Ha poi continuato la sua corsa ma ha concluso al 21 ° posto. Sebbene non sia salito sul podio, Lawrence ha ricevuto la medaglia di Pierre de Coubertin. Il presidente del CIO ha detto di Lawrence: “Con la tua sportività, sacrificio di sé e coraggio incarni tutto ciò che è giusto con l’ideale olimpico”.

Andre Agassi

Andre Agassi è un altro grande esempio di un vero grande atleta. Un tempo considerato uno dei cattivi ragazzi del tennis, Agassi ha rifatto la sua carriera ed è tornato come uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi. I successi di Andre sul campo includono una medaglia d’oro olimpica e otto tornei di singolare del Grande Slam, ma molti dei suoi più grandi successi sono stati raggiunti fuori dal campo. Andre è considerato uno degli atleti più caritatevoli della sua generazione. Il suo ente di beneficenza, intitolato Andre Agassi Charitable Foundation, ha raccolto oltre 60 milioni di dollari per aiutare i bambini del Nevada. Ha partecipato a numerosi eventi e campagne di raccolta fondi e ha donato personalmente ingenti somme di denaro a vari enti di beneficenza. Nel 2009, Andre, insieme a numerosi atleti professionisti, ha dato vita agli Athletes for Hope. Nel 1995, Andre ha ricevuto il prestigioso Arthur Hale Humanitarian Award per il suo lavoro.

Lance Armstrong

Uno degli atleti più stimolanti doveva essere Lance Armstrong. Lance stava per diventare un grande ciclista quando gli è stato diagnosticato un cancro ai testicoli. Il cancro era già allo stadio tre e si era diffuso al cervello, ai polmoni e all’addome. Ha subito procedure chirurgiche per rimuovere i tumori nel cervello e nei testicoli. Anche Lance ha dovuto sottoporsi a chemioterapia. La sua ultima procedura è stata il 13 dicembre 1996.

Dopo il suo calvario, Lance è tornato nel mondo del ciclismo nel 1998. Ha continuato a vincere “sette” gare del Tour de France senza precedenti ed è stato nominato atleta dell’anno da numerose riviste e organizzazioni in tutto il mondo. Tuttavia, i successi di Lance non sono solo nel mondo del ciclismo. Ha fondato la Fondazione Lance Armstrong. Questo ente di beneficenza lavora per aiutare i pazienti affetti da cancro. Fornisce supporto e aiuto prima, durante e dopo il trattamento del paziente. Il motto della sua carità è “L’unità è forza, la conoscenza è potere e l’atteggiamento è tutto”. Lance è anche uno dei membri fondatori di Athletes for Hope.

I record e le medaglie sono meravigliosi, ma forse prima di guardare un atleta come un eroe e un modello dovremmo guardare tutti un po’ più a fondo. Non è solo il modo in cui un giocatore gioca, ma anche il modo in cui vive la propria vita che lo rende davvero eccezionale.

Leave a Comment

Your email address will not be published.