Edilizia e ambiente – Effetti sull’acqua

A questo proposito, prenderemo in considerazione le seguenti tipologie di acqua;

· Acqua superficiale: si riferisce all’acqua che appare sulla superficie della terra. Esempi qui includono fiumi, laghi, oceani, paludi e così via.

· Acque sotterranee: si riferisce all’acqua che compare nel sottosuolo, detta anche acqua sotterranea. Di solito è contenuto in rocce conosciute come falde acquifere e forma un livello comunemente noto come falda freatica. La falda freatica è solitamente intermittente e sale o scende a seconda della quantità disponibile nell’alimentatore, ad esempio attraverso la percolazione.

· Precipitazione: si riferisce alle varie forme in cui l’acqua che compare nell’atmosfera viene utilizzata al suolo. Prende la forma di pioggia, rugiada, tempeste di grandine e simili.

Numerose attività edili comuni possono ostacolare il normale andamento di dette forme d’acqua, interferendo di conseguenza con la normale forma della natura. I seguenti sono i modi in cui ciò accade;

· I pozzi di sprofondamento per il prelievo dell’acqua risultano ad un livello di falda acquifera abbassato. Questo, ad esempio, affatica la vegetazione attingendo acqua dalla stessa, ostacolandone la crescita.

· La costruzione di estese superfici dure riduce la quantità di acqua che percola nel terreno, privandolo delle acque sotterranee e determinando un abbassamento della falda freatica.

· Lo sgombero di ampi tratti di terreno per attività di costruzione riduce i livelli di umidità nell’atmosfera e attualmente riduce il tasso di precipitazione previsto.

· La costruzione di corpi idrici come bacini idrici priva il normale flusso a valle, ostacolando i normali schemi acquatici. Ciò potrebbe anche portare ad un aumento dell’umidità nell’aria, con conseguente aumento delle precipitazioni.

· Lo smaltimento degli effluenti dai cantieri e dalle aree edificate nei corpi idrici come i fiumi altera la qualità ordinaria dell’acqua, modificando così il meccanismo di supporto vitale per la vita acquatica.

· La costruzione di barriere come trincee modificherà il normale flusso di deflusso superficiale, alterando così le normali velocità e schemi di percolazione.

· Anche la raccolta di massa dell’acqua piovana, sia in serbatoi o serbatoi fuori terra che interrati, avrà effetti simili.

Sebbene questi siano solo esempi, la verità è che la costruzione ha un effetto notevole sui modelli dell’acqua nell’ambiente. Questo effetto aumenta con l’aumento dell’entità dei lavori di costruzione intrapresi e con l’ignoranza delle misure limitative possibili. Dovrebbe quindi essere una priorità numero uno in ogni progetto previsto pianificare modi per ridurre le tendenze ad alterare i modelli idrici nel nostro ambiente, poiché ciò influisce direttamente sull’ambiente e su tutto ciò che esso comporta.

Leave a Comment

Your email address will not be published.