Gli effetti della spazzatura sul nostro ambiente

I rifiuti sono molto dannosi per il nostro ambiente. Rappresenta rischi pericolosi per l’acqua e l’aria della nostra terra. Le discariche piene di rifiuti distruggono terreni redditizi e impiegano molti anni per riguadagnare i nutrienti e la terra distrutta. Le acque reflue riversate negli oceani avvelenano i pesci e altri animali marini. Le emissioni che escono dalle auto limitano la quantità di aria e ossigeno che dobbiamo respirare. Come puoi vedere, i rifiuti sono dannosi per il nostro ambiente.

I rifiuti sono molto dannosi per il nostro ambiente a causa del modo in cui vengono attualmente smaltiti. Alcuni dei modi in cui attualmente lo smaltiamo sono il riciclaggio, il compostaggio, lo smaltimento di materiali pericolosi, le discariche e l’incenerimento. Il riciclaggio è un modo conveniente per smaltire oggetti specifici come scarti di metallo, carta e plastica perché spreca meno energia per ricavare un nuovo articolo da un vecchio articolo piuttosto che crearne uno nuovo da zero. Ad esempio, ci vogliono quasi otto ore di elettricità per produrre alluminio a sufficienza per trentaquattro lattine di alluminio, ma ci vuole solo un’ora di elettricità per produrre la stessa quantità di lattine di alluminio riciclato. Inoltre, il nuovo alluminio deve passare attraverso il processo di estrazione dei materiali necessari, raffinazione dei materiali, fusione e fusione dell’alluminio, mentre una lattina riciclata deve solo essere triturata, fusa e fusa prima che possa ricominciare il processo. Ci vuole meno energia e materiali per fare una nuova lattina da una vecchia lattina. Il compostaggio è un altro modo per sbarazzarsi di rifiuti come carta non trattata, scarti di frutta, scarti di verdure e plastica biodegradabile. È anche un modo economico per smaltire oggetti specifici perché puoi scavare e metterlo nel tuo giardino e finché non marcisce. Fornisce anche alle tue piante i nutrienti di cui hai tanto bisogno quando decade. Pertanto, è un modo innocuo per lo smaltimento di rifiuti specifici.

Lo smaltimento corretto dei materiali pericolosi è importante, quindi un altro modo efficace che attualmente utilizziamo per sbarazzarci dei rifiuti è lo smaltimento dei materiali pericolosi. Ci sono alcune strutture progettate per smaltire materiali pericolosi che altrimenti contaminerebbero la terra se messi in una discarica. Alcuni di questi materiali sono barattoli di vernice usati, olio usato e articoli a base chimica come la candeggina. Uno dei materiali pericolosi più difficili da smaltire sono le siringhe, perché contengono malattie e le malattie sono molto facili da trasmettere.

Anche se ricicliamo, compostamo e smaltiamo materiali pericolosi, pratichiamo comunque metodi pericolosi e non sicuri per prenderci cura dei rifiuti, come discariche e incenerimento. Le discariche hanno un impatto sia positivo che negativo sull’ambiente. Dopo che la spazzatura è stata stipata in una buca profonda circa venti piedi (sei metri e mezzo), terra, argilla o asfalto viene imballato un pollice o due sopra di esso in modo che l’odore non appaia e in modo che la spazzatura casuale non voli via. Quindi viene inserito un tubo per aspirare tutto il metano prodotto dalla spazzatura poiché l’elemento è infiammabile. Il metano può essere utilizzato come forma di elettricità. Tuttavia, le discariche hanno anche un effetto negativo sull’ambiente. Se perde, contaminerà l’acqua circostante e le falde acquifere circostanti. L’acqua viaggerà verso l’oceano o il lago più vicino e avvelenerà la fauna selvatica lì.

Un ultimo modo per smaltire i rifiuti è incenerirli. La combustione, o incenerimento, brucia i rifiuti e allo stesso tempo trasforma l’acqua in vapore. Il vapore viene quindi utilizzato per far girare i motori a turbina, che producono elettricità. L’incenerimento dei rifiuti porta quindi il volume al venti percento del volume originale. Potresti pensare che questa sia una buona cosa, perché poi le discariche possono riempirne di più, giusto? Tuttavia, l’incenerimento dei rifiuti ha un effetto negativo sull’ambiente. Crea gas di scarico ed emissioni, che contribuiscono all’inquinamento atmosferico e l’inquinamento atmosferico contribuisce al riscaldamento globale. Come puoi vedere, il riciclaggio, il compostaggio e lo smaltimento di materiali pericolosi si prendono cura solo di una piccola percentuale di rifiuti. Il resto va a un impianto di combustione o a una discarica, che contribuiscono entrambi all’inquinamento. Le discariche che perdono contribuiscono all’inquinamento dell’acqua e l’incenerimento contribuisce all’inquinamento dell’aria.

I rifiuti danneggiano anche l’ambiente perché provocano inquinamento se li smaltisci in un certo modo. Come affermato sopra, le discariche potrebbero perdere sostanze chimiche nei corpi idrici circostanti e nell’acqua sottostante, come le acque sotterranee. Quindi il lago o le acque sotterranee possono evaporare e causare piogge acide o avvelenare grandi specchi d’acqua. La pioggia acida è causata dal deposito di componenti acidi umidi e secchi, come acqua, ossigeno e anidride carbonica. Ciò accade quando una grande quantità di anidride carbonica entra nelle nuvole. Poi, quando piove, gli elementi mescolati insieme uccidono le piante, inquinano l’acqua ed erodono le pietre. L’incenerimento inquina anche l’ambiente come indicato sopra. È garantito che l’incenerimento porti a molto inquinamento atmosferico e piogge acide, mentre le discariche non sono così male perché c’è solo una piccola possibilità che perdano poiché di solito sono sigillate correttamente. Come puoi vedere, alcuni dei modi in cui smaltiamo i rifiuti provocano inquinamento.

In conclusione, i rifiuti rappresentano rischi pericolosi per l’ambiente. Alcuni dei modi in cui attualmente lo smaltiamo sono il riciclaggio, il compostaggio, lo smaltimento di materiali pericolosi, l’incenerimento e le discariche. Il riciclaggio, il compostaggio e lo smaltimento sicuro di materiali pericolosi sono tutti modi efficaci ed economici. Tuttavia, l’incenerimento e il riempimento delle discariche con i rifiuti causano inquinamento e hanno effetti collaterali come la produzione più frequente di piogge acide e la fuoriuscita di sostanze chimiche e radiazioni nei fiumi e nei laghi. Puoi rallentare la produzione di rifiuti: cercando un imballaggio minimo in negozio, scegliendo alluminio, latta o carta perché possono essere riciclati, evitando imballaggi di plastica e usa e getta, prendere in prestito o affittare invece di acquistare, scendere dalle liste di posta indesiderate, compost e tutto ciò che senti di poter fare per aiutare l’ambiente!

Leave a Comment

Your email address will not be published.