I ricercatori hanno cattive notizie per le persone che soffrono di postumi di una sbornia

L’antico aforisma popolare “Birra prima del vino e ti sentirai bene; vino prima della birra e ti sentirai strano” è stato recentemente smentito da un team di ricercatori europei. Il team ha condotto uno studio per esaminare se un particolare ordine di consumo di bevande alcoliche ha aiutato a sperimentare una sbornia meno grave. Tuttavia, per il 76% di americani, che sperimentano i postumi di una sbornia dopo una sessione di bevute, i ricercatori hanno cattive notizie. Secondo il loro studio, non importa quanto un individuo tenti di alterare l’ordine in cui bevono diverse bevande alcoliche, se beve troppo, si troverebbe comunque ad affrontare una sbornia.

La differenza nell’ordine di consumo non influisce sulla gravità della sbornia

Al fine di trovare un modo per aiutare le persone che affrontano i postumi di una sbornia, i ricercatori, nell’ambito di questo studio, hanno reclutato 90 individui tedeschi nella fascia di età compresa tra 19 e 40 anni per consumare bevande alcoliche come vino, birra o entrambi. Dopo aver diviso casualmente i partecipanti in tre gruppi, i ricercatori hanno chiesto al primo gruppo di consumare 16 once di birra chiara. Dopo questo fu chiesto loro di bere quattro grandi bicchieri di vino bianco. Al secondo gruppo è stato chiesto inizialmente di bere i quattro bicchieri di vino bianco. Successivamente, è stato chiesto loro di consumare due pinte e mezzo di birra chiara. Il terzo gruppo è stato fatto bere vino bianco o birra chiara. Tutti e tre i gruppi sono stati sotto controllo medico durante la notte.

I ricercatori hanno aspettato che gli effetti della sbornia dell’alcol svanissero completamente e tutti si riprendessero completamente. La settimana successiva, gli scienziati si sono riuniti tutti per un secondo giro di bevute. Hanno fatto bere i gruppi nell’ordine esattamente opposto a quello che è stato seguito l’ultima volta. Ad esempio, il gruppo che ha bevuto per primo la birra, questa volta è stato costretto a bere il vino per primo e il gruppo che ha bevuto vino è stato invece costretto a bere prima la birra. Al terzo gruppo che ha bevuto uno dei due (birra o vino) è stato fatto bere ciò che non aveva consumato l’ultima volta.

I risultati dello studio non hanno mostrato alcuna differenziazione in termini di intensità dei postumi di una sbornia causata dal consumo di una delle bevande alcoliche – birra o vino – in un ordine particolare. L’autore principale, Joran Kochling, un ricercatore della Witten/Herdecke University, ha affermato che lo studio ha escluso la gente anziana dicendo che se un individuo beve birra prima di bere vino, dà alla persona una sbornia meno grave.

Vomito e ubriachezza percepita associati a una forte sbornia

Anche dopo aver controllato fattori come età, sesso, peso corporeo, frequenza dei postumi di una sbornia e abitudini di consumo, non è stata trovata alcuna differenza sostanziale nei punteggi dei postumi di una sbornia. È stato osservato che le donne soffrivano di una sbornia più grave rispetto agli uomini. Sono stati condotti anche esami del sangue e delle urine per prevedere l’intensità della sbornia, ma senza successo.

Tuttavia, c’erano due fattori che sembravano avere un impatto sull’intensità dei sintomi della sbornia il giorno successivo. Questi includevano il livello di ebbrezza che le persone sperimentavano al momento del bere e se vomitavano. Gli individui che hanno ottenuto un punteggio più alto su una scala da 1 a 10 su quanto si sentivano ubriachi verso la fine della baldoria e quegli individui che hanno vomitato mentre o dopo aver bevuto, hanno valutato i loro postumi di una sbornia come gravi.

Presta attenzione alle bandiere rosse mentre bevi

Secondo Kochling, la verità è che bere troppo di qualsiasi tipo di bevanda alcolica rischia di provocare una sbornia. Ha detto che l’unico modo per prevedere quanto sarà grave la sbornia è rendersi conto di quanto ci si sente ubriachi e se ci si sente male. Ha aggiunto che ogni individuo deve essere consapevole di questi segnali di avvertimento mentre beve. Se le persone ignorano queste bandiere rosse al momento del consumo di alcol, disidratazione, stanchezza, mal di testa, sensibilità alla luce e problemi intestinali, sotto forma di sbornia, seguirebbero il giorno successivo.

Anche se la quantità di bevande che portano a una sbornia varia da un individuo all’altro, una sbornia significa che un individuo ha superato di gran lunga il limite consentito stabilito dai loro corpi e dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) come consumo moderato . Il CDC considera un drink al giorno per le donne e due drink al giorno per gli uomini come un consumo moderato.

I postumi di una sbornia sono il modo in cui la natura modella il comportamento futuro

I ricercatori hanno riconosciuto che questo studio ha le sue restrizioni. Ad esempio, non sono stati in grado di assegnare un gruppo di controllo al consumo di una bevanda analcolica, poiché i partecipanti non erano entusiasti di far parte di un gruppo che non beveva alcolici.

Il coautore Dr. Kai Hensel, un ricercatore clinico senior presso l’Università di Cambridge, ha affermato che anche se i postumi di una sbornia sono spiacevoli, hanno un vantaggio significativo. Agiscono come uno scudo che probabilmente guiderebbe le persone nel tempo, ad alterare il loro futuro comportamento nel bere.

Cerco aiuto per l’alcolismo

È possibile che chiunque venga colpito dalla dipendenza da alcol, indipendentemente dall’età, dal sesso o dalla posizione sociale. Uno dei trampolini di lancio per un efficace recupero dall’alcolismo è la disintossicazione. Il processo di disintossicazione aiuta il corpo a liberarsi di tutte le tossine accumulate nel corpo a causa di anni di abuso di alcol, a gestire i sintomi di astinenza e a preparare il corpo e la mente al trattamento della dipendenza da alcol.

Leave a Comment

Your email address will not be published.