Il Fantasy Football negli anni ’80

Ho iniziato a giocare a Fantasy Football nel 1987, ho iniziato 23 anni fa, quando avevo 10 anni. Il panorama è cambiato radicalmente da allora.

Tutto è iniziato quando mio padre ha avuto l’opportunità di unirsi a una lega della dinastia. Due squadre non si erano rinnovate e doveva esserci un draft per dividere i loro giocatori. Mio padre, il fratello maggiore Ben ed io siamo andati nel suo ufficio per condurre la bozza al telefono con l’altro nuovo proprietario. Le esordienti per quell’anno erano già state arruolate quindi ricordo che il grande premio fu Vinny Testaverde. Gli altri QB degni di nota erano Warren Moon e Randall Cunningham. So che mi sentivo nervoso perché la posta in gioco sembrava così alta. Abbiamo lanciato una moneta al telefono che sembrava richiedere un incredibile livello di fiducia attraverso gli occhi di un bambino di 10 anni. Abbiamo perso il lancio della moneta e abbiamo draftato 2° e 3°. Testaverde è andato per primo e alla fine abbiamo ottenuto sia Moon che Cunningham. Ha funzionato bene per noi e ho sempre avuto un’affinità con Cunningham a causa di quel legame iniziale con lui.

Dopo quella bozza, noi tre eravamo totalmente entusiasti. Tanto che abbiamo organizzato un altro campionato per quella stessa stagione in modo da poter gestire ognuno la propria squadra. Era un campionato che veniva riformulato ogni anno. Ben, mio ​​padre ed io avevamo ciascuno la nostra squadra. Non ho mai sentito così tanta responsabilità nell’avere il controllo della mia squadra di fantasia. La prima bozza si è tenuta a casa nostra. Mio padre ha anticipato il nostro acquisto di $ 10 o $ 20. Non ricordo quanto, ma all’epoca sembravano molto. Gli altri giocatori erano tutti adulti tranne un ragazzo che ha portato i suoi due figli; il più grande dei quali aveva la sua squadra e il più giovane condivideva con suo padre. Chiaramente, mio ​​padre aveva molta fiducia in me.

Per prepararsi alla bozza, mio ​​padre comprò il Fantasy Football Digest 1987 di Cliff Charpentier. Era un libro di oltre 200 pagine. Aveva un colore solido per la parte anteriore e nessuna immagine appariscente. Questo libro è stato incredibile per me. C’era così tanto da imparare. Era disposto per posizione e nei vari metodi di punteggio. Eravamo il metodo base per il punteggio. Che ha assegnato 4 punti per TD lanciati, 6 punti per TD di corsa e ricezione, 3 punti per field goal e 1 punto per punti extra. Questo era tutto. Nessun punto è stato assegnato per i cantieri. Sembra barbaro ora, ma è così che abbiamo suonato e ci è piaciuto molto. Il libro era disposto per posizione con classifiche che avevano livelli. Partendo dal “meglio del meglio” e scendendo da lì. Ricordo di aver pensato che fosse come un libro di testo e da non mettere in discussione. Avevo una risorsa e l’ho studiata duramente. Ricordo di aver fatto innumerevoli bozze finte da solo. Non abbiamo determinato la posizione della leva fino alla notte della leva che ha reso la preparazione infinitamente più difficile.

La notte delle bozze è stata sempre incredibilmente eccitante per me. I primi due anni sono stati condotti a casa nostra e poi si è spostata nella sala conferenze di un altro proprietario, che sembrava estremamente ufficiale. La posizione del draft è stata determinata distribuendo le carte dall’asso al 9. Il dramma è stato incredibile. C’erano bastoncini di pretzel da mangiare come sigari e questa sarebbe stata la prima volta che vedevo la birra in casa mia. Era un mondo completamente nuovo per me. Era tutto il divertimento che poteva sopportare un ragazzo preadolescente.

La domenica aveva un’eccitazione completamente nuova per loro. Guardare i giochi è stata una tortura, abbiamo avuto 1 forse due giochi a mezzogiorno e ovviamente non avevamo il DVR. Quindi eri per il capriccio del ticker nella parte superiore dello schermo e della rarissima interruzione del gioco per valutare come stavi. I riepiloghi dell’intervallo erano un vortice di informazioni da tenere traccia. Ricordo di aver implorato gli annunciatori “Come hanno fatto a segnare il terzo TD?” Questo sarebbe andato avanti sia per le partite di mezzogiorno che per le 3:00 e poi abbiamo dovuto aspettare un paio d’ore agonizzanti fino a quando la NFL Primetime è stata lanciata anche nel 1987. Ho così tanti ricordi di uno dei miei giocatori fantasy che correva sullo schermo e ascoltava Chris Berman gridando “Rumbling inciampando TOUCHDOWN!!!!” Lo sballo è stato incredibile. In un certo senso mi mancano quei giorni. Con le informazioni istantanee di oggi, l’anticipazione non è mai in grado di costruire come allora.

Ben e mio padre hanno assunto le funzioni di commissario. Questo è stato un sacco di lavoro. Hanno imparato a usare un foglio di calcolo sul nostro Apple IIC con schermo verde. Le formazioni sono state chiamate al nostro telefono di casa sabato sera o domenica mattina con chiamate dell’ultimo minuto che arrivavano poco prima di mezzogiorno. Ricordo che queste chiamate erano molto fastidiose per mia sorella che non riusciva a comprendere il loro livello di importanza. I risultati ufficiali hanno dovuto aspettare i punteggi dei box sul giornale del lunedì mattina. All’improvviso ero estremamente eccitato per il giornale e così felice che avessimo la consegna mattutina. Ero uno dei pochi ragazzi della scuola elementare che andava in biblioteca e si avventurava nella sezione dei giornali. Vorrei versare sopra i punteggi della scatola per pianificare la mia caduta e aggiungere.

Dopo la partita di lunedì sera, i risultati sarebbero stati inseriti nel foglio di calcolo e stampati. Li avremmo spediti al resto della lega il giorno successivo. È una testimonianza di quanto sia divertente il fantacalcio, anche con quello che ora sembra un modo così grezzo di ricevere e distribuire dati che siamo stati felici di giocarci. Sicuramente dovevi essere più dedicato quindi per avere un campionato che resistesse a causa del taglio del lavoro richiesto.

Non ho altro che bei ricordi di quando giocavo a fantacalcio negli anni ’80 e nei primi anni ’90. Sono contento che sia diventato più accessibile alle masse e abbia raggiunto la popolarità che è oggi. C’è un piccolo pezzo di me che manca di aspettare durante le interruzioni pubblicitarie sperando di sentire Chris Berman urlare come solo lui sa, “The Nigerian Nightmare si fa strada con i bulldozer verso la end zone”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.