Il segreto per battere squadre più atletiche della tua squadra nel calcio giovanile

Giocare nello spazio è il termine chiave.

Non stiamo parlando di giocare a calcio sulla luna, la gravità zero ci costringerebbe tutti a ripensare un po’ il gioco.

“In Space” significa giocare a distanza tra i tuoi giocatori e l’altra squadra. Se la tua squadra è più grande e più atletica e può gestire i giocatori delle altre squadre uno contro uno, vuoi spazio, è tuo amico.

Tuttavia, se non hai atleti più grandi e migliori dell’altra squadra, lo spazio è il tuo nemico.

Giocare “Nello spazio” significa esattamente quello che dice, mettere i tuoi giocatori con uno spazio tra loro e l’opposizione. Se la tua squadra è composta da ragazzi più veloci, più grandi e più atletici, domineranno in uno contro uno. Ecco perché vedi squadre con molti grandi ricevitori veloci che si comportano molto bene negli attacchi “diffusi” in cui isolano i difensori più deboli molto a lato rispetto a questi ricevitori dominanti, ovviamente devi avere un QB che può lanciarlo in questi casi. Se quello stud ricevitore riesce a portare la palla “nello spazio”, avrà la possibilità di segnare nella maggior parte dei casi.

D’altra parte, la maggior parte delle squadre di calcio giovanile non ha il giocatore che domini veramente il campionato. La maggior parte di noi ha la fortuna di avere solo un gruppo medio di ragazzi e alcuni di noi avranno quello strano gruppo di ragazzi che è semplicemente più piccolo e meno atletico delle squadre che affrontiamo. In questi casi vuoi avere il minor spazio possibile tra i tuoi figli e l’opposizione.

Pensa solo alle tue esercitazioni di placcaggio, quando hai un’esercitazione di placcaggio a distanza ravvicinata, diciamo una scatola quadrata di 1 iarda, la maggior parte dei tuoi bambini anche non atletici può spesso fare il placcaggio. Ma trasforma quell’esercitazione di placcaggio in un’esercitazione di placcaggio in campo aperto di un quadrato di 20 iarde per 20 iarde, quanti dei tuoi ragazzi meno atletici possono ora fare un placcaggio in quell’esercitazione? Lo stesso vale per il blocco; i bambini molto atletici possono fare blocchi “nello spazio” i bambini meno atletici no.

Le squadre meno atletiche si comportano quasi sempre meglio se stringono le divisioni di linea, raddoppiano il blocco di squadra e tirano per avere numeri schiaccianti nel punto di attacco. Le squadre meno atletiche devono eseguire trappole e altri giochi di corsa ravvicinati come il wedge per tenere a bada le squadre più atletiche. Le squadre meno atletiche devono eseguire molte deviazioni per mantenere la difesa lontana dal gioco, mentre lo eseguono tra i contrasti. La serie di spinner in kryptonite ai superuomini di queste squadre. Ci sono solo alcune giocate che NON hanno SENSO contro squadre come questa, spazzate, passaggi indietro, rovesci profondi, questi saranno giochi di yardage negativi.

La buona notizia è che con l’attacco ad ala singola, le squadre meno atletiche possono competere con squadre molto atletiche. Spesso chiamati “calcio in una cabina telefonica”, gli spinner e le trappole impediscono alle squadre molto atletiche di fluire duramente verso le tue giocate di base. I doppi blocchi di squadra, i cunei e le trazioni danno alla tua squadra vantaggi numerici nel punto di attacco, così anche i guardalinee più piccoli o più deboli possono avere successo. Le spaccate strette, la cattiva direzione e i tiranti di linea aiutano anche i terzini molto medi a fare grandi numeri con questo attacco.

Nel 2002 avevamo una schiena di dimensioni molto medie di nome JA con velocità media. Per la nostra squadra di 8-10 anni pesava 81 libbre e quando abbiamo corso le nostre gare di valutazione era circa il 6° su 25 bambini. JA era un giocatore molto obbediente, era un corridore paziente, teneva sempre le gambe in movimento ed era sempre alla ricerca di un’apertura, ma niente di speciale. Nel 2002 ha giocato a Fullback per noi e ha eseguito solo 2 ascolti quell’anno, wedge and trap. Ha segnato 31 TD per noi solo sui giochi a cuneo di FB, ovviamente quell’anno abbiamo avuto un backfield molto debole e ha ottenuto molti carry. Se avessimo avuto la serie spinner, avrebbe fatto ancora meglio.

Per quanto riguarda il battere squadre più grandi o più atletiche: nel 2003 la mia squadra di 8-10 anni di Omaha era imbattuta in campionato e ha messo a segno alcuni numeri molto sgargianti. Abbiamo segnato a piacimento, siamo andati 11-0 e abbiamo vinto la nostra partita per il titolo 46-12 dopo essere stati in vantaggio per 46-0 nel terzo quarto. Abbiamo continuato a battere due campioni di lega di altri campionati di età compresa tra 11 e 12 anni. Nel 2004 ho avviato un nuovo programma nel Nebraska rurale in un’area in cui il programma giovanile esistente aveva vinto qualcosa come 4-5 partite in totale in 5 anni prima che arrivassi qui. Il primo anno lì abbiamo avuto tutti i giocatori esordienti con l’eccezione di 2-3 rimbalzi riscaldanti della panchina dell’altra squadra in città. Avevamo solo un giocatore di oltre 100 libbre all’età di 8-10 anni. Lentamente ma inesorabilmente siamo migliorati ogni settimana e alla fine della stagione abbiamo iniziato ad apparire piuttosto bene. Quell’anno giocammo contro una squadra del centro città molto grande e veloce di Lincoln, l’Esercito della Salvezza. Non perdevano una partita da 3 anni, eravamo senza equipaggio, fuori misura e avevamo meno velocità, ma li abbiamo battuti in un lampo per un singolo TD in rotta verso una stagione 11-0.

La nostra più grande vittoria in un overmatch estremo con nel 2005 contro l’Omaha Select Black. Quella squadra di 8-10 anni ha scelto tra oltre 150 bambini, aveva almeno 5 bambini di peso superiore a 150 libbre e non aveva perso in 3 anni nella lega “selezionata” di Omaha. Era una squadra del centro città molto aggressiva con molta velocità e sicurezza. D’altra parte, ho avuto solo i 25 ragazzi di campagna che si sono presentati, non tagli o selezioni e molti ragazzi più piccoli. Per farla breve, abbiamo avuto questa squadra di 4 TDS nel primo tempo e avremmo potuto dare un nome al punteggio. Inutile dire che quella squadra, i loro genitori e i nostri genitori sono rimasti scioccati. La cosa buona è che con questo attacco puoi competere con chiunque, la cattiva notizia è che una volta che lo fai è difficile ottenere extra fuori dalle partite di campionato. Le grandi squadre dei centri urbani come il North Omaha Boys Club non ci giocheranno nemmeno nei loro campi di casa, è imbarazzante essere battute da squadre molto più piccole e lente, mi hanno rifiutato due volte negli ultimi 2 anni per partite extra che entrambi abbiamo aveva date aperte a fine stagione.

L’ala singola offre una certa flessibilità se hai quel giocatore stud che vuoi isolare “nello spazio”. Abbiamo aggiunto la serie mesh nel 2005 per ospitare un giocatore che pensavamo avesse senso mettere “nello spazio”. Quando siamo andati contro avversari più deboli, la serie “mesh” ha funzionato molto bene, nessuno è riuscito a gestire il nostro stud. Quando abbiamo giocato contro una concorrenza uguale o minore, abbiamo dovuto tornare al nostro attacco di base con split stretti per muovere la palla in modo coerente.

Leave a Comment

Your email address will not be published.