Jazz di New Orleans – Notizie e opinioni – Jim Robinson

Nathan “Jim” Robinson – nato il 25 dicembre 1892 a Deer Range Louisiana: morto il 4 maggio 1976 a New Orleans. Basta un po’ di storia per portare questo spettacolo on the road!

Jim ha studiato chitarra da bambino ma ha iniziato a suonare il trombone nell’esercito durante la prima guerra mondiale. Tornò a New Orleans nel 1919 e fu abbastanza bravo da entrare a far parte della Sam Morgan Band in cui fu un appuntamento fisso per una dozzina di anni. Ha studiato con Sunny Henry e ha lavorato con Lee Collins nella Gold Leaf Band.

Rimase attivo durante la Depressione, principalmente con Avery “Kid” Howard ed era un habitué della George Lewis Band. Jim registrò con la Sam Morgan Band negli anni ’20, registrazioni leggendarie che sono state ristampate molte volte. Ha partecipato alle sessioni di Kid Rena Decca ed è ovviamente nella maggior parte delle registrazioni di Bunk Johnson di Bill Russell. Una delle più grandi registrazioni di Jazz Band si è verificata in questo momento, con Bunk scomparso, Jim Robinson e George Lewis insieme a Baby Dodds, Slow Drag e Lawrence Marrero hanno creato il grande inno dell’improvvisazione jazz collettiva di New Orleans. È tuo da ascoltare oggi su American Music AMCD 4. La melodia si chiama “San Jacinto Stomp” – è il mio disco dell’isola deserta – ma ne parleremo più avanti. Ora ascolta “Ice Cream” con Jim che dà tutto e di nuovo non ci sono assoli, solo jazz. È su AMCD 2 e, comunque, ascolta attentamente Baby Dodds alla batteria.

Jim andò in tournée e registrò innumerevoli volte con George Lewis e Kid Howard, e fece delle meravigliose registrazioni sotto il suo nome per l’etichetta Riverside… Questa è una piccola parte della vita piena di musica di Jim Robinson. Non sto tentando una biografia qui, il mio scopo principale è farti ascoltare “Big Jim” da soli! I critici aspri nel campo del jazz tradizionale e moderno si sono lamentati dell’apparente semplicità del suo stile, “il trombone agricolo di Jim Robinson” ha detto un critico sul Jazz Journal.

Avendo passato la mia vita a studiare, suonare, vivere e amare il New Orleans Jazz, posso dirti che più trombonisti hanno provato e rinunciato per la frustrazione a cercare di emulare lo stile di Jim Robinson. Non sto parlando di copiare Jim nota per nota. Nessuno vorrebbe copiare George Lewis, Jim Robinson, Bunk Johnson o Kid Howard. Quello che stiamo cercando è lo stile, lo scopo dello strumento in una jazz band che suona nell’ensemble di New Orleans. I musicisti di cui sopra hanno effettivamente creato uno stile – sì – una creazione originale per noi da ascoltare, divertire e persino emulare.

Posso dirvi che l’emozione di suonare e ascoltare una band in questo stile è per me “Il senso della vita”. La ricerca del muro orgasmico del suono ritmico che non è arrangiato e l’improvvisazione spontanea dell’insieme è nirvana.

Suppongo che il mio disco dell’isola deserta sarebbe American Music AMCD 2 “When You and I was Young Maggie”

Ma ti mando un avvertimento – questa musica crea dipendenza – attenzione! Aspetta un attimo, ho un altro must-have! Nel 1963 Tom Bethel registrò Kid Howard alla San Jacinto Hall di New Orleans con Kid Howard, Jim Robinson, George Lewis, George Guesnon, Slow Drag e Cie Frazier. È su GHB 23 – devo averlo con me! Attenzione: eccone un altro protagonista di Jim Robinson in “Moonlight and Roses su GHB

Leave a Comment

Your email address will not be published.