L’olio bollente gioca uno sport da guastafeste

La maggior parte dei paesi del mondo dipende dall’importazione di petrolio greggio per alimentare le proprie industrie e la crescita economica. Le principali economie del mondo si stanno riprendendo dalla recente recessione sono sulla via della ripresa economica. L’aumento del prezzo del petrolio nel recente passato giocherà uno sport da guastafeste per tali economie. Paesi come Stati Uniti, Regno Unito, Unione Europea e Giappone avevano tutti piani importanti per riportare le loro economie sulla buona strada per lo sviluppo, ma ora devono affrontare una minaccia a causa dell’aumento dei prezzi del petrolio. Un aumento dei prezzi del petrolio aumenterà significativamente il costo di produzione su tutta la linea in queste centrali economiche. Secondo le stime del FMI l’economia mondiale è cresciuta del 4,8% nell’anno 2010, ma queste stime hanno già previsto un tasso di crescita inferiore del 4,3% nell’anno 2011.

L’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) ha già emesso avvertimenti sugli effetti negativi dell’aumento sostenuto dei prezzi del petrolio nell’anno 2011. Il carico petrolifero di un’economia sarà influenzato negativamente nell’anno in corso secondo le stime dell’AIE. A prezzi anche di 90 dollari al barile, il carico petrolifero di varie economie del mondo si sta avvicinando rapidamente alla soglia della recessione del 2008. A peggiorare le cose i prezzi del petrolio hanno superato ulteriormente la barriera di $ 100 al barile e non ci sono ancora segnali di ripresa. La situazione politica in Medio Oriente sta diventando instabile e i disordini si stanno diffondendo in molti paesi della regione.

Molti paesi nel mondo hanno già sviluppato riserve petrolifere strategiche che possono essere utilizzate per differire l’impatto di questo aumento di petrolio sulla loro industria locale. Mentre i paesi in via di sviluppo come l’India, che non dispongono di tali riserve, possono fornire pochissima resistenza a questa situazione e potrebbero non avere altra scelta che trasferire questo aumento ai consumatori industriali e al dettaglio.

La tendenza attuale è che i prezzi del petrolio non si riducono presto, è destinato a fare presa sui mercati internazionali e peggiorare le condizioni economiche. I leader mondiali stanno monitorando da vicino la situazione attuale e potrebbero trovare una soluzione a questo. Se le cose dovessero fare il loro corso, potrebbe trasformarsi in una brutta situazione economica da affrontare.

Leave a Comment

Your email address will not be published.