Notizie per gli investitori: il centro di Los Angeles sta cambiando

Architetti, designer, costruttori, il sindaco di Los Angeles ei suoi fan lo sanno da tempo: il centro di Los Angeles ha finalmente raggiunto la sua popolarità. Gli acquirenti stanno arrivando alla stessa conclusione: Downtown LA è la grande città più sottovalutata del pianeta Terra.

Bene, in realtà il centro di Los Angeles ha funzionato meravigliosamente dal 1995, periodo durante il quale la Community Redevelopment Agency della città di Los Angeles si è impegnata a livellare case e liberare terreni per il futuro sviluppo di grattacieli commerciali. Questo periodo ha visto lo sgombero e l’ampliamento delle zone dell’intero quartiere, più grandi magazzini a Broadway chiusi e molte delle restanti società finanziarie del centro di Los Angeles si sono trasferite in uffici di Classe A vuoti a Bunkers Hill.

A metà del 2013, Downtown è stato notato come “un quartiere con una popolazione residenziale sempre più alla moda e benestante”. Ha iniziato ad attrarre anche milionari stranieri – principalmente dalla Cina – che si sono precipitati a investire su di essa, a volte con cash down. Il centro di Los Angeles è il quartiere centrale degli affari di Los Angeles, nonché un quartiere residenziale diversificato di circa 50.000 persone in questo momento in cui scrivo. Uno studio del 2013 ha rilevato che il distretto ospita oltre 500.000 posti di lavoro. Wikipedia afferma che il distretto è diminuito economicamente e ha subito una recessione per decenni fino all’inizio degli anni 2000. Ora, la costruzione è veloce. I vecchi edifici vengono modificati per nuovi usi e sono stati costruiti grattacieli. Il centro di Los Angeles è noto per i suoi edifici governativi, parchi, teatri e altri luoghi pubblici.

Nel 2013, uno studio del Downtown Center Business Improvement District (DCBID) ha mostrato che delle 52.400 persone risiedevano nel centro di Los Angeles, la ripartizione demografica era del 52,7% caucasica, 20,1% asiatica, 17,0% latina e 6,2% afroamericana; 52,9% femmine, 47,1% maschi; e il 74,8% dei residenti aveva un’età compresa tra 23 e 44 anni. L’età media dei residenti era 3. Il reddito familiare medio era di $ 98.700. La dimensione mediana della famiglia era 1,8. In termini di livello di istruzione, l’80,1% dei residenti ha completato almeno 4 anni di college. Lo studio è stato un campione autoselezionante di 8.841 intervistati nell’area del centro di Los Angeles. Non era un “censimento” ma piuttosto un’indagine completa sui consumatori del centro di Los Angeles.

Più di recente, Downtown LA ha attratto un settore commerciale yuppie di New York che è fin troppo desideroso di aprire un terreno per i suoi progetti.

L’ultima notizia è che un’azienda britannica ha in programma di rifare un edificio storico nel centro di Los Angeles.

Hoxton e Los Angeles

Hoxton è un operatore alberghiero britannico che – ultime notizie! – proprio oggi (29 dicembre) ha acquistato un edificio storico nel centro di Los Angeles per $ 30 milioni e prevede di trasformare la struttura in decadimento in un hotel alla moda ed elegante, secondo JLL, l’intermediario coinvolto nell’accordo.

Hoxton possiede hotel a Londra e Amsterdam e prevede di aprirne un altro a New York e uno a Parigi il prossimo anno. Il fatto che abbia scelto Los Angeles – in centro per questo – racconta qualcosa di significativo sul crescente appeal dell’area.

Hoxton descrive il suo marchio come “l’anti-hotel”, dove i viaggiatori trovano non solo un letto, ma “un posto dove le persone possono mangiare, bere, lavorare e giocare in qualsiasi momento della giornata”. Il suo carattere è indicato dalla descrizione che gli ha dato il quotidiano britannico The Independent, che ha definito l’avamposto di Hoxton’s Amsterdam “un hotel quasi dolorosamente alla moda nella città più alla moda dei Paesi Bassi”.

Il centro di Los Angeles sembra essere perfetto per questo.

JLL ha descritto il centro di Los Angeles come l’area in cui le persone cercano di mangiare, vivere e lavorare. È una zona alla moda con un quartiere residenziale diversificato di circa 50.000 persone in questo momento in cui scrivo. Secondo una mappa di JLL che tiene traccia di millennial e baby boomer, il centro di Los Angeles supera del 10% i baby boomer in un mercato di consumo. Nella maggior parte dei mercati del settore a Los Angeles, la ripartizione va dal 25% dei millennial al 21% dei baby boomer. Afferma Sara Lo, una senior manager specializzata nel settore dell’ospitalità presso la società di consulenza e contabilità Ernst & Young. “Il centro è fiorente e le aziende internazionali ne stanno prendendo nota”

Infine.

Il mercato alberghiero della zona è stato a lungo dominato dai giganti aziendali che si rivolgono ai viaggiatori d’affari. I turisti si sono riversati a West Hollywood o nelle comunità balneari come Santa Monica e Marina del Rey. L’area della città era un tempo derisa come una città fantasma dopo le cinque, ma ora ospita un vivace ristorante e bar. Gli sviluppatori abbozzano le pagine di piccoli boutique hotel “stile di vita”, quelli con camere dal design unico e offerte di cibo e vita notturna di fascia alta. E un recente Los Angeles Times ha commentato che l’investimento è l’ultimo segno che la rinascita del quartiere ha creato un luogo in cui i turisti, non solo i viaggiatori d’affari che cercano un ambiente confortevole, vogliono posare la testa. Prova: ora arrivano soldi dall’estero. Anche gli investitori di tutto il mondo apprezzano il posto.

Un hotel Hoxton tra l’11th Street e Broadway si unirebbe a molti altri nelle vicinanze.

Proprio dall’altra parte della strada arriverà il Downtown LA Proper Hotel di 148 camere che si troverà in un edificio vuoto che risale agli anni ’20. A due isolati di distanza si trova il famoso Ace Hotel, una boutique che ha aperto l’anno scorso nello storico edificio della United Artists ed è accreditata di aver attirato più investimenti nell’area.

Anche grandi catene stanno entrando in gioco.

Un Hotel Indigo, un marchio alla moda gestito da InterContinental Hotels Group, è in costruzione nell’ambito dello sviluppo Metropolis da 1 miliardo di dollari di una società cinese vicino allo Staples Center.

Il mercato del centro è forte, con un tasso di occupazione del 77% che supera la media del 75% per i primi 25 mercati della nazione, ha affermato Lo. Alcuni prevedono un’imminente minaccia di cementificazione, ma i progettisti non vogliono pensarci. Ernest Wooden Jr., presidente del Los Angeles Tourism & Convention Board, incoraggia lo slancio. Dice: “I progetti attualmente in corso sono fondamentali per la nostra capacità a lungo termine di attrarre viaggiatori sia per piacere che per affari”, ha affermato in una nota.

Le aree intorno all’11th e Broadway che in passato hanno visto pochi investimenti si stanno ora ammorbidendo e sono in corso diversi complessi residenziali, tra cui circa 650 unità abitative dello sviluppatore di lusso Geoffrey Palmer. Lo sviluppatore di New York Georgetown Co. ha annunciato a settembre un progetto da 40 milioni di dollari per riqualificare lo storico edificio dell’Herald Examiner in uffici creativi e ristoranti al piano terra. Diversi edifici a Broadway sono decrepiti e vuoti da decenni. Altri sono scheggiati, rivestiti di graffiti, piegati in due sotto i soffitti fatiscenti e ammaccati con la vernice scheggiata. Non importa: vengono smantellati a una velocità senza esitazione.

Con gli yuppie di New York, gli acquirenti britannici, locali ed espatriati che puntano i loro appezzamenti nella regione, il centro di Los Angeles ha fatto un lungo cammino dai suoi vacillanti passi all’inizio del XIX e XX secolo. È diventata una zona da non sottovalutare.

E gli usurai commerciali locali sono lì per aiutare gli investitori. Vedere http://www.HMLInvestments.com per ulteriori dettagli.

Leave a Comment

Your email address will not be published.