Pesca a mosca – Lo sport dei re

Gli ami da pesca a mosca sono innescati con mosche artificiali piuttosto che con esche vive. Essere un buon pescatore a mosca richiede pazienza, precisione e una vasta conoscenza del pesce che stai cercando. È uno sport che può essere praticato a qualsiasi età. Puoi imparare le basi in un pomeriggio, ma ci vorrà una vita per perfezionare l’arte.

L’attrezzatura e le tecniche che usi per la pesca a mosca devono essere scelte con cura in base al tipo di pesce che stai cercando, al tipo di acqua in cui stai pescando e persino all’ora del giorno.

La pesca sportiva, praticata solo alla trota, al salmone o al salmerino, è prediletta dai puristi e per molti anni è stata considerata l’unica “vera” pesca a mosca. Ma la cosiddetta pesca grossolana per altre specie, come temoli, carpe, saraghi, lucci e altre ha i suoi piaceri.

Qualunque sia il tuo obiettivo, avrai bisogno di canna e lenza. Le canne da mosca, tradizionalmente realizzate in canna spaccata, sono oggi realizzate con una varietà di materiali, tra cui fibra di vetro, fibra di carbonio o grafite. Le canne di bambù continuano ad avere un fascino tradizionalista ma sono fragili rispetto alle canne realizzate con materiali moderni. Oggi la maggior parte dei pescatori a mosca preferisce la fibra di carbonio o la grafite. Canne più pesanti sono necessarie per la pesca in acque veloci, surf o acqua salata.

Creare le tue mosche, o costruire mosche, può essere un hobby tutto in sé, che richiede alcuni strumenti specializzati, un occhio acuto e una mano ferma. Le mosche possono essere realizzate con piume, pelo, fili, fili, pezzi di metallo o vetro, sughero, gomma, plastica: tutto ciò che funziona per creare l’esca perfetta.

Esistono centinaia di modelli di mosche, o modelli, alcuni dei quali risalgono addirittura a Izaak Walton che pubblicò “Compleat Angler” nel lontano 1653. I modelli sono disponibili su libri, riviste e Internet. Oppure puoi sempre inventare il tuo!

Indipendentemente dal fatto che le leghi o le acquisti, le mosche sono disponibili in una varietà di classi generali.

Una mosca secca ha lo scopo di galleggiare sulla superficie dell’acqua, forse simile a un insetto che si è appena posato.

Una mosca bagnata, invece, è destinata ad affondare sott’acqua; galleggiando a una certa profondità o affondando costantemente fino al recupero, a seconda del tipo di mosca.

La pesca a mosca secca è solitamente preferita nell’Inghilterra meridionale, mentre i pescatori dell’Inghilterra settentrionale e della Scozia, che spesso devono fare i conti con acque più veloci e spazi più ristretti, optano per lo stile a mosca bagnata.

Le mosche sono anche classificate come imitative o attraenti.

Le mosche imitative sono legate per assomigliare a un certo tipo di creatura di cui predano i pesci: insetti adulti, larve di insetti o ninfe, vermi, pesci o crostacei più piccoli o persino animali terrestri caduti in acqua.

Le mosche attraenti non assomigliano necessariamente a una preda, ma agiscono invece provocando la reazione istintiva di attacco del pesce attraverso colori brillanti e lucenti, lunghe fibre che si dimenano (streamer) o creando turbolenza nell’acqua mentre vengono trascinate attraverso di essa.

Una volta che ti sei equipaggiato con il tuo attrezzatura da pesca a moscadovrai imparare a lanciare. L’obiettivo è quello di far atterrare la mosca il più leggermente possibile, in modo che appaia naturale e non spaventi il ​​pesce, e quindi la mosca si muova naturalmente con l’acqua.

Il lancio di base della mosca consiste nel sollevare la canna senza intoppi sopra la testa fino quasi alla verticale e poi farla scattare in avanti per una breve distanza, ma ci sono dozzine di variazioni. Per le mosche bagnate, ti consigliamo di utilizzare un cast come il tuck cast, che mette il peso della lenza sopra la mosca, in modo che affondi rapidamente.

Ci sono anche lanci specializzati, come i lanci roll, sidearm e Spey, che sono destinati a condizioni che non offrono spazio sufficiente per un cast regolare, come ruscelli dalle pareti alte, alberi sporgenti o aree affollate.

Leave a Comment

Your email address will not be published.