Risparmia denaro sui costi energetici domestici: aiuta l’ambiente e l’economia allo stesso tempo

Poche persone si rendono conto di quanta energia sprecata in casa abbia un impatto sull’ambiente e ci renda più dipendenti dal petrolio estero. Né capiscono che possono ridurre rapidamente i loro costi energetici in modo sostanziale da una serie di sforzi di conservazione convenienti.

Obama lo ottiene

Il presidente eletto Barack Obama ha annunciato che il risparmio energetico è un nuovo modo strategico per aiutare a ridurre i costi energetici per le famiglie a basso reddito. Ha promesso di fornire appaltatori per la conservazione a 1 milione di famiglie più povere per ridurre il consumo di energia e ridurre i costi energetici. Ciò rappresenterebbe un cambiamento storico nell’enfasi per il governo, riducendo le bollette energetiche delle persone invece di aiutarle a pagarle. Allo stesso tempo, creerà decine di migliaia di posti di lavoro per gli appaltatori per assistere con gli aggiornamenti di conservazione per queste case. Questo farà parte del piano dei nuovi presidenti per creare nuovi posti di lavoro, ridurre i costi energetici dei consumatori e allo stesso tempo renderci meno dipendenti dalle fonti energetiche straniere.

Cambiamento climatico globale

La comunità scientifica concorda sul fatto che l’aumento dei livelli di CO2 contribuisce al cambiamento climatico globale. Ma non tutta questa CO2 proviene dall’industria e dai trasporti, come molte persone credono. Le famiglie sono responsabili di un quinto dell’energia consumata negli Stati Uniti. Poco più della metà dell’energia utilizzata nelle nostre case è sotto forma di elettricità. Il resto proviene da gas naturale, carbone e petrolio. Tutto questo CO2 ha il suo impatto sul nostro ambiente. Ad esempio, una casa media produce più del doppio dell’inquinamento di gas serra rispetto a un’auto media. Se si sommano le emissioni prodotte dalle centrali elettriche che generano elettricità, più quelle del petrolio e degli apparecchi a gas, la casa media è responsabile del rilascio di 22.000 libbre di anidride carbonica (CO2) ogni anno. Secondo l’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA), questo si confronta male con le 10.000 libbre di CO2 di un’auto tipica all’anno.

Conservazione e uso dell’energia

In molte case, non beneficiamo nemmeno di molta energia per cui finiamo per pagare. Luci non necessarie, vecchi elettrodomestici, sistemi di riscaldamento e aria condizionata mal tenuti, porte e finestre piene di spifferi e solai, pareti, pavimenti e seminterrati poco isolati, prendono tutti un boccone dalla bolletta energetica in quasi tutte le case. Gli studi hanno anche dimostrato che due famiglie che vivono in case IDENTICHE possono avere bollette energetiche che variano fino al 100 percento: ciò significa che le abitudini e gli elettrodomestici di efficienza energetica degli occupanti possono raddoppiare (o dimezzare) le bollette energetiche.

Molte persone sono riluttanti a migliorare l’efficienza energetica della propria casa quando potrebbero traslocare tra pochi anni, o pensano che i costi saranno troppo alti per gli sforzi di conservazione. Ma la ricerca pubblicata mostra chiaramente che gli investimenti nell’efficienza energetica sono spesso relativamente economici, estremamente convenienti e portano anche a valori di rivendita delle case più elevati.

Uno studio pubblicato su The Appraisal Journal ha rilevato che il valore di mercato di una casa aumenta di $ 10 – $ 25 per ogni $ 1 diminuzione delle bollette annuali del carburante. Lo studio è stato condotto da ICF Consulting con il finanziamento dell’Agenzia per la protezione ambientale. La ricerca è stata condotta su un campione di oltre 16.000 unità abitative in tutta la nazione.

Cosa puoi fare adesso

Pianifica un audit dell’ispettore dell’efficienza energetica della tua casa. Il mio cliente segnala un risparmio energetico netto annuale di $ 300 dopo aver implementato le raccomandazioni sull’efficienza economicamente vantaggiose dai miei audit. Offro i miei audit senza alcun costo se sto effettuando una nuova ispezione della casa di acquisto. Inoltre, molte società di servizi pubblici sponsorizzano ispezioni gratuite oa costi ridotti sull’efficienza energetica. Inoltre, i servizi di pubblica utilità in genere dispongono di un autocontrollo basato sul Web che il proprietario della casa può completare per sviluppare il proprio piano di efficienza energetica. La maggior parte dei servizi pubblici offre anche sconti sull’acquisto di nuovi elettrodomestici efficienti classificati EnergyStar e altri materiali e servizi di conservazione. Contatta il tuo fornitore di servizi pubblici locale per ulteriori informazioni. In California, visitare il sito Web Energycheck per un ispettore qualificato per l’efficienza energetica in California. energycheckup.com/content/findinspector.asp/.

Un modo rapido ed economico per ridurre i costi elettrici consiste nel sostituire le attuali lampadine a incandescenza con la nuova generazione di lampadine a risparmio energetico CFL. Le utility locali spesso forniscono incentivi ai rivenditori (incluso Cost-Co) per vendere queste lampadine a costi molto bassi. Di recente ho trovato queste lampadine in vendita presso vari rivenditori in California a meno di $ 1 per lampadina. L’utilizzo di queste lampadine CFL può ridurre il consumo elettrico e fatturare fino al 20%. C’è stata qualche disinformazione sulle lampadine CFL che emettono mercurio durante il funzionamento. Queste affermazioni sul rischio di mercurio sono false. Tuttavia, se una lampadina CFL si rompe, (poiché ha una quantità molto piccola di mercurio), dovrebbe essere riposta in un sacchetto di plastica e gettata nella struttura adeguata dove dovresti per vernici o batterie. La tecnologia CFL è stata notevolmente migliorata: si accendono più velocemente e durano più a lungo. Tuttavia, non sono ancora stati perfezionati per i controlli della luce più debole.

Quindi sii intelligente rendendo la tua casa più efficiente dal punto di vista energetico, allo stesso tempo: risparmierai denaro, aiuterai l’ambiente e l’economia, oltre a ridurre la nostra dipendenza dal petrolio estero.

Leave a Comment

Your email address will not be published.