Sviluppo economico e lavoro minorile

La minaccia del lavoro minorile esiste in diverse economie del mondo. La sua entità è maggiore nelle economie in via di sviluppo e sottosviluppate del mondo. Paesi come Algeria, Bangladesh, Cina, Etiopia, Ghana, India, Kenya, Malesia, Nigeria, Filippine, Sudan, Tanzania, Uganda, ecc. contengono un numero considerevole di lavoro minorile.

Le attività economiche primarie hanno contribuito al massimo al prodotto interno lordo dei paesi del mondo nelle prime fasi dello sviluppo economico delle economie del mondo. Queste attività economiche includono l’agricoltura, le sue attività correlate, l’allevamento di animali, l’allevamento di animali da latte, il pollame, la pesca, la silvicoltura, l’estrazione mineraria, ecc.

La maggior parte dei genitori analfabeti ha dato alla luce un numero maggiore di bambini per impegnarsi in queste attività economiche. La lotta per ottenere i bisogni primari era la massima priorità. Non c’erano né risparmi né investimenti da parte dei genitori ignoranti. C’erano invece debiti. Quindi, molti bambini lavoravano come schiavi. I prodotti agricoli non producevano affatto il reddito previsto. La siccità e le politiche agricole hanno aggiunto carburante al problema. Alcuni bambini sembrano lavorare in miniere pericolose e altre industrie in diverse nazioni del mondo. I bambini sono innocenti e non possono chiedere salari più alti. Salari più bassi significano maggiori profitti per i datori di lavoro!.

Anche il settore dei servizi dà lavoro a un numero considerevole di bambini. Ci sono bambini lavoratori che lavorano in ristoranti, hotel, banche, settore dei trasporti, ospedali, scuole e college. Ci sono anche rapporti secondo cui alcuni bambini vivono da soli e quindi sviluppano alcune cattive abitudini.

Gli scarsi stanziamenti di bilancio per lo sviluppo dell’istruzione e politiche di controllo della popolazione improprie hanno contribuito alla crescita della minaccia del lavoro minorile durante i primi giorni dello sviluppo economico. I livelli di consapevolezza tra genitori e bambini sono migliorati grazie agli sviluppi della tecnologia dell’informazione.

I bambini lavoratori sono spesso molestati. La loro innocenza e la mancanza di contrattazione collettiva hanno contribuito alla crescita di questa minaccia. Questi bambini vorrebbero ottenere solo i bisogni primari. Nella maggior parte dei casi, anche questi bisogni non verranno forniti!. Ma molto lavoro verrebbe estratto da loro!.

Controllare i tassi di crescita della popolazione è una delle migliori soluzioni. Fornire strutture educative di alta qualità, stanziare incentivi e altre strutture, sensibilizzare genitori e bambini sull’importanza dell’istruzione, creare migliori opportunità di lavoro, ecc. contribuirebbe notevolmente a ridurre il numero di bambini lavoratori.

La cooperazione tra le nazioni del mondo è obbligatoria.

Leave a Comment

Your email address will not be published.