Trofeo Heisman – La corsa per rivendicare il titolo di Premier Player del College Football si sta scaldando

Con l’avvicinarsi del gioco in conferenza, ciascuna delle aspiranti pre-stagione di Heisman è stata all’altezza delle nostre aspettative su di loro o ha iniziato il suo lento scivolamento nell’oscurità. Il giocatore che emergerà come il vincitore finale dipenderà non solo dalle eccezionali prestazioni personali, ma dalla capacità della propria squadra di vincere costantemente le partite di calcio, in particolare le partite chiave nei loro programmi. Le speranze di inizio stagione includevano Troy Smith e Ted Ginn, Jr. dell’Ohio State, Adrian Peterson dell’Oklahoma, Steve Slaton del West Virginia, Chris Leak dalla Florida, Kenny Irons of Auburn, Brady Quinn di Notre Dame, Michael Hart del Michigan e Garrett Wolfe del Northern Illinois. citarne alcuni.

Diamo una rapida occhiata a come sono andate le prime tre settimane per questi candidati importanti. Molti giornalisti sportivi hanno identificato Troy Smith dell’Ohio State come l’uomo da battere per il premio Heisman 2006. Non solo Troy Smith ha pazienza e precisione dalla tasca, ma ha anche capacità di corsa mortali quando il calore è acceso. Questa rara abilità spesso lascia gli avversari a chiedersi esattamente come difendersi dal versatile attacco di Buckeye. Con l’attuale posizione n. 1 dell’Ohio State sia nei sondaggi dell’Associated Press che di USA Today, i riflettori rimarranno su Troy man mano che la stagione avanza.

Anche i running back Adrian Peterson dell’Oklahoma e Steve Slaton del West Virginia stanno facendo conoscere la loro presenza. Sebbene l’Oklahoma abbia perso l’ultima partita, Adrian Peterson ha svolto una rispettabile giornata di lavoro in ufficio. Con 515 yard in tre partite si è dimostrato un degno candidato per il voto di quest’anno. Per non essere da meno, Steve Slaton del West Virginia ci ha mostrato di avere tutte le mosse giuste mentre si precipitava per 195 yard e due touchdown contro il Maryland sotto i riflettori di una partita televisiva nazionale. Osserva da vicino entrambi questi dorsi mentre cercano i punti di voto di Hesiman nelle prossime settimane.

Se vuoi farti notare dai giornalisti e dagli ex vincitori dell’Heisman Trophy che hanno votato per l’Heisman, organizza una spettacolare rimonta contro un rivale chiave in casa. Chris Leak non ha fatto altro che esattamente contro il rivale Tennessee quando ha progettato una rimonta da 10 punti in giù per portare la Florida a una vittoria per 21-20 sui Volunteers. 199 yard di passaggio e 3 touchdown su 15 completamenti in quella partita hanno fatto guadagnare a Chris la forte considerazione di Heisman a questo punto della stagione.

Ted Ginn, Jr. dell’Ohio State e Kenny Irons di Auburn sono due favoriti della preseason che hanno lottato per fare le grandi giocate necessarie per mantenerli in corsa per il titolo di giocatore dell’anno di football universitario. Questo non vuol dire che non abbiano contribuito in modo significativo al successo delle loro squadre, perché certamente l’hanno fatto, ma per vincere l’Heisman, devi eclissare gli altri candidati con prestazioni eccezionali che ti tengono davanti al gruppo. Finora in questa stagione Ted Ginn, Jr. non è stato all’altezza della sua reputazione di specialista di kick-off e punt return che ha fermato lo spettacolo, e Kenny Irons non ha sfornato i grandi cantieri necessari per stare con gli altri top running back attraverso il nazione.

Michael Hart del Michigan ha costantemente dato ai fan del Michigan qualcosa per cui tifare finora in questa stagione. La terza esibizione consecutiva di oltre 100 yard di Hart ha aiutato il Michigan a iniziare un invidiabile inizio nel 2006. Se Michigan e Michael Hart continuano la loro strada vincente, cerca una resa dei conti di Heisman a fine stagione tra Hart e Troy Smith dell’OSU il 18 novembre all’Ohio Stadium.

Dall’altra parte dell’ultima vittoria del Michigan c’era Notre Dame. La prestazione scadente di Brady Quinn in quella sconfitta ha tolto un po’ di forza alla sua corsa per l’Heisman. Ci vorrà un gioco significativamente migliore da parte di Brady per tornare alla corsa di quest’anno. Solo la forza del programma di Notre Dame può fornire il palcoscenico a Brady per interpretare il ruolo di recupero per il resto della stagione.

Se pensi che una piccola conferenza non possa produrre un vincitore di Heisman, non dirlo a Garrett Wolfe, dell’Illinois settentrionale. Ha guidato la nazione nel correre così lontano nel 2006 e ha mostrato segni di grandezza anche contro la difesa avara dell’Ohio State. Se Garrett riesce a rimanere in salute e continuare a fare grandi numeri e appariscenti esibizioni personali settimana dopo settimana, potrebbe semplicemente sorprendere molte delle altre aspiranti Heisman di quest’anno.

Con solo tre partite giocate finora nel 2006, è ancora troppo presto per sapere con certezza chi andrà via il vincitore dell’Heisman Trophy di quest’anno. Siate certi che ciascuno dei contendenti con i sogni di Heisman continuerà a giocare con il cuore per essere quello a sentire il suo nome annunciato da quel sacro podio a New York il 9 dicembre. Siamo tutti pronti per delle grandi esibizioni! Goditi l’azione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.