Turkmenistan: il più grande giacimento di gas del mondo dopo l’apertura del Qatar agli investitori stranieri

Il Turkmenistan è stato a lungo off limits per gli investitori stranieri, ma il paese ha visto cambiamenti significativi negli ultimi anni. Il suo PIL nel 2010 era di 41 miliardi di dollari (27 miliardi di sterline) e una crescita costante del 10%, unita a una popolazione in crescita di 5,5 milioni, significa che gli esperti di investimento stanno iniziando a sedersi e prenderne atto.

L’Asia centrale sta rapidamente diventando una miniera d’oro per gli investitori di frontiera e una delle ragioni principali di ciò è l’enorme quantità di risorse naturali offerte dall’area. Si trova anche in una posizione strategica tra le enormi economie dell’India e della Cina, il che significa che gli investitori possono servire questi paesi a una frazione del costo. Avere un vantaggio sugli altri investitori lascia questo mercato relativamente inutilizzato e apre anche opportunità che molti altri esperti hanno perso.

Con il Kazakistan che detiene 99 dei 110 elementi della tavola periodica in riserve estratte e minabili, l’Uzbekistan gode della quarta riserva aurea più grande del mondo e l’Azerbaigian è il primo paese ad avere un pozzo petrolifero offshore (nel lontano 1803), i paesi dell’Asia centrale hanno molto da offrire all’investitore di frontiera – e il turkmeno non è diverso.

L’attrazione principale del Turkmenistan per potenziali investitori stranieri è il gas: il giacimento di South Yolotan è il secondo più grande al mondo. Questo particolare campo potrebbe alimentare il solo Regno Unito per 350 anni e fornire gas all’intera Europa per 50 anni, un fatto che ha visto la Cina prestare al Turkmenistan 3 miliardi di dollari in fondi di sviluppo.

La nazione è anche il nono produttore mondiale di cotone, ma il gas è ciò che secondo gli esperti alimenterà la fiorente reputazione del paese come focolaio di potenziali investimenti. Il gasdotto Asia Centrale-Cina è il primo tubo che porta il gas dell’area in Cina e trasporta ben 40 miliardi di metri cubi all’anno, ma quali opportunità ha il Paese per gli investimenti?

L’universo quotato in borsa è limitato e quindi c’è molto spazio per nuovi investitori, qualunque sia il tuo budget o piano aziendale. Per quanto riguarda le opportunità interessanti in Turkmenistan, il potenziale di capitale di crescita e il finanziamento pre-IPO stanno attirando l’investitore di frontiera e, nel mezzo di alcune riforme sorprendenti, i mercati si stanno aprendo e il panorama degli investimenti sta cambiando in modo significativo.

Di recente, un certo numero di paesi ha cercato di corteggiare le potenze che si trovano in Turkmenistan mentre le persone iniziano a rendersi conto del potenziale offerto da questo stato dell’Asia centrale. Delegazioni provenienti da India, Cina, Russia, Iran e Unione Europea si sono recate tutte nella capitale turkmena Ashgabat per incontrare il presidente Kurbanguly Berdymukhamedov e altri alti funzionari, e proprio come i paesi spiano le opportunità di investimento, così possono gli investitori stranieri con i fondi per seguire l’esempio .

Ora il Turkmenistan è molto più accessibile ed è stato aperto alla possibilità di un afflusso straniero, sia fisicamente che finanziariamente, il Paese sembra avere un brillante futuro. Un paese così ricco di risorse sarebbe sempre stato attraente per gli investitori stranieri, ma ora si stanno aprendo più porte, sta rapidamente diventando una delle proprietà di investimento più calde al mondo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.